...il primo sito che ti insegna a disegnare!

Le stagioni del cuore

Da pochi giorni si è concluso il Nipponbashi a Treviso, come consuetudine Disegnamo.it ha partecipato con piacere alla manifestazione. Il concorso di disegno proposto per questo autunno aveva il seguente tema: Le stagioni del cuore.

Primavera, Estate, Autunno, Inverno. Le stagioni in Giappone hanno degli elementi inconfondibili, immagini che, chi ha avuto la fortuna di vedere in prima persona, porterà sempre nel cuore. Con questo concorso chiediamo di realizzare un opera che non rappresenti la mera riproduzione di un paesaggio ma che lasci percepire i vostri sentimenti legati alle stagioni. Ci piacerebbe vedere dei lavori che riescano in un solo disegno a legare le quattro stagioni con passione ed amore.

Di seguito troverete i vincitori ed i lavori di tutte le persone che hanno partecipato.

1° PREMIO – Alessia Padoin con l’opera: L’armonia del tempo

Descrizione dell’opera:
L’illustrazione con la geisha come protagonista porta subito alla mente il Giappone, le 4 stagioni sono state inserite in modo armonico nell’immagine e ho voluto usare le simbologie predominanti di questo paese: le gru innevate per l’inverno, il ramo di ciliegio per la primavera, il ramo di bambù con il tanzaku per l’estate e le foglie d’acero per l’autunno. La simbologia è volutamente inserita in ordine cronologico per sottolineare lo scorrere del tempo.

 PREMIO SPECIALE – Chiara Zuliani con l’opera: Rinascita

Descrizione dell’opera:
Per quanto mi riguarda, non ho mai avuto la possibilità di ammirare i colori e la vita del Giappone se non attraverso fotografie. L’opera vuole dimostrare quanto viene trasmesso dalle immagini che ci vengono presentate attraverso libri e internet, e come noi riusciamo a recepirle e ad interpretarle come vive, ovvero a farle rinascere nella nostra immaginazione. Anche se non siamo presenti fisicamente riusciamo a emozionarci lo stesso davanti ai ciliegi in fiore, ai festival d’estate, alle scalinate dei templi in pieno autunno e ai candidi paesaggi invernali.

  PREMIO – Elisa di Virgilio con l’opera: La ruota

Descrizione dell’opera:
L’idea era di mostrare il percorso di una donna dalla sua infanzia alla vecchiaia, attraverso la metafora delle stagioni, ognuna con un elemento giapponese a farle da contorno. Si comincia con l’infanzia, lo sbocciare della vita e l’entusiasmo che questo comporta, che corrisponde alla fioritura dei ciliegi; c’è poi l’estate, cioè l’adolescenza, dove si guarda al futuro e si è completamente presi dal cambiamento: tutto è più luminoso, colorato e fresco. Il mare e la Ramune, una delle bevande simbolo dell’estate in Giappone, rappresentano questa sensazione. L’autunno è la maturazione, la donna che guarda al passato con nostalgia, qui richiamato da uno dei petali di ciliegio dell’infanzia, mentre è attorniata da foglie di ginko cadute; infine l’inverno, la conclusione dell’esistenza, dove però si è raggiunta una consapevolezza tale da non guardare al passato con rammarico, ma con la certezza che la vita è una ruota, e che finita una ne inizierà un’altra. Per questo sia la bambina che l’anziana indossano un abito tradizionale, richiamandosi l’una all’altra. A sfondo di tutto c’è il sole rosso simbolo della bandiera nipponica, che raccoglie le quattro manifestazioni attorno a sé e riprende il tema del ciclicità della vita.

  PREMIO – Ilaria Giusto con l’opera: Tanuki

Descrizione dell’opera:
Nell’opera si può osservare la presenza di un Tanuki, ovvero una statua a forma di procione, che in Giappone è considerato un portafortuna e per questo motivo è collocato anche davanti alle case. Mi è capitato di vederlo per la prima volta durante il mio soggiorno in Giappone, immerso nella foresta. Mi piace immaginare che il Tanuki è sempre lì, testimone del passare delle stagioni.

 TUTTI GLI ALTRI PARTECIPANTI:

Ringraziamo Artemisia belle arti per aver offerto il 1° Premio ed il Premio speciale: due splendidi kit di acquerelli professionali.

Alla prossima gara!