...il primo sito che ti insegna a disegnare!

Le matite colorate

Le matite colorate sono formate da una mina colorata composta da pigmenti macinati finemente e mescolati a sostanze chimiche. Vengono racchiuse in un contenitore di legno che, come per le matite normali, può essere circolare o esagonale. Le matite colorate risultano molto utili per i disegni al tratto e per i ritocchi complementari difficili da realizzare con altri materiali.

La mobilità del trattola freschezza e la forza del colore sono le caratteristiche principali di questo strumento.

In commercio ci sono molte tonalità e in base alla marca le matite possono essere più o meno morbide. Esistono anche le matite acquerellabili che permettono, passando sopra al disegno dell’acqua, di ottenere un effetto molto simile all’acquarello.

Come conservarle:

Si può appuntire la matita con una lametta in modo di darle la forma che preferiamo oppure con un semplice temperamatite.

Le matite dovranno essere tenute sempre con la punta verso l’alto, evitando di farle cadere o di far prendere loro dei colpi bruschi che potrebbero spezzare la mina all’interno del cilindro.

Un disegno realizzato a matite può provocare macchie e aloni che possono rovinare la superficie e l’impaginazione, per questa ragione i disegni finiti dovrebbero essere spruzzati con il fissativo.

Metodi di utilizzo

Metodi di utilizzo: Le matite colorate si possono usare come le matite ordinarie. Si comincia il disegno con uno schizzo molto leggero e, una volta definite tutte le parti, si procede alla cura di ogni singolo particolare. Evitate di disegnare delle linee e di riempire le zone racchiuse con un colore piatto, perché questo renderebbe il disegno piuttosto legnoso e poco realistico. Le ombre sono la parte più importante del disegno a matita sia a colori che in bianco e nero.

Sono uno strumento abbastanza semplice da usare e hanno il pregio di dare solo dopo pochi tratti l’idea del disegno finito, cosa molto importante per le bozze o gli schizzi.

In base alla carta che si utilizza si possono ottenere vari effetti. Per un disegno particolareggiato e preciso è indicata la carta liscia, se invece l’effetto granuloso e ciò che si vuole ottenere va benissimo la carta ruvida.

Quando le matite vengono usate con grande dolcezza, il segno si può cancellare facilmente, invece quando i segni sono più forti lasciano delle macchie e degli incavi sulla carta difficilissimi da ricoprire; è importantissimo quindi prestabilire il disegno di base prima di iniziare a colorare.

Come ottenere nuovi colori…

Essendo solido, e impossibile mescolare il colore di due matite per ottenere un nuovo colore prima di usarlo. Tutta la mescolanza dei colori con le matite colorate deve essere fatta sulla carta. Aumentando la pressione del tratto si otterranno dei colori più vivaci e accesi, diminuendola invece si otterranno dei colori tenui. Questo è un buon modo per rendere un colore più scuro senza ricorrere al nero che, molto spesso, crea un senso di sporco.

L’ombreggiare due colori, uno sull’altro, è una buona maniera per rendere graduale la loro mistura. Variando la pressione su di uno o su tutti e due cambierà il colore che ne risulta.

Tratteggiando diversi colori nella stessa direzione, variando sia la lunghezza e il numero delle linee sia aumentandone la distanza tra loro e la pressione, si possono ottenere discreti risultati.

Un’altra tecnica efficace per mescolare i colori è quella d’incrociare i tratteggi mettendo un colore sull’altro. Per ottenere effetti e colori differenti cercate di variare la distanza tra le linee e la pressione sulla matita.
I colori si possono mescolare anche mettendo uno vicino all’altro dei punti o dei trattini. Anche se questa tecnica richiede un tempo più lungo per ottenere un buon risultato ha un effetto finale molto gradevole.

Da non dimenticare che esiste anche la matita bianca, questa unita ad altri colori crea un effetto ‘soft’ ideale per sfumare… a discapito della brillantezza però.

Se si usano delle matite acquerellabili, si possono fondere bene i colori bagnandoli con un velo d’acqua.

Le matite colorate hanno anche il pregio di potersi abbinare ad altre tecniche pittoriche, ad esempio si possono utilizzare sopra ai disegni colorati con la tempera per creare effetti particolari.

Concludendo si può sicuramente dire che, soprattutto se siete alle prime armi, vi conviene soffermarvi un po’ su questa tecnica che permette di ottenere con semplicità (ed economia! Le matite hanno il pregio di costare abbastanza poco rispetto ad altri colori) splendidi disegni.

Ed ora ecco qualche esempio di quello che si può ottenere con delle matite colorate: