...il primo sito che ti insegna a disegnare!

Iniziamo a colorare

Campiture di colore

Nota Bene: Seleziona le aree da colorare una per volta.

Consiglio:
Se non hai ben presente come sono le colorazioni naturali delle superfici o se vuoi dei confronti, osserva gli oggetti che hai intorno. Osserva gli infissi in legno delle finestre e vedrai che oltre ad avere zone di luce e zone di ombra si notano le venature del legno, zone quindi che appaiono più luminose ma che semplicemente sono di un colore più chiaro. Guarda gli effetti della luce su superfici plastiche e confrontale con le superfici naturali. Guarda come cade la luce su una mela o sul televisore di casa… ti servirà a conoscere le differenze di ‘texture’ che saranno fondamentali per rendere riconoscibili le tue coloriture.

Inizia dal lato in ombra del macinino da caffè:
1 – seleziona l’area con la bacchetta magica sul livello di sfondo.

2 – spostati sul nuovo livello creato che abbiamo chiamato ‘Colore’.
3 – prendi lo strumento pennello.
4 – regola l’opacità al 100 %.

5 – A seconda della grandezza dell’area da colorare regola la dimensione del pennello.

6 – Ricordati che la campitura uniforme che stendi è SEMPRE il colore più chiaro in quanto le ombreggiature e le luci le farai al secondo e all’ultimo passaggio.
7 – Distribuisci uniformemente il colore.
Continua a colorare anche le altre aree tenendo ben presenti i punti appena descritti.
Ricorda inoltre di rispettare le zone di luce e quelle di ombra, assegnando a ciascuna la corretta tonalità.
Per fare questo vai sulla maschera dei colori. Per ogni colore che utilizzi, all’interno della tavolozza, troverai TUTTE le sue gradazioni. Per fare le parti in luce utilizza i colori chiari, per fare le parti in ombra utilizza i colori scuri.

Seguendo queste linee guida allenati a trovare il TUO modo di dipingere. Se preferisci puoi colorare un’area a volta e portarla a termine con tutte le sfumature prima di passare ad un’area successiva. Oppure puoi riempire subito tutte le aree.

Ricorda:
- Colorare le selezioni SEMPRE sul Nuovo Livello
- La prima colorazione è a campiture piene.
- Per fare questo puoi utilizzare anche lo strumento secchiello ma allenati ad usare i pennelli, la colorazione risulterà molto più fluida e prenderai maggior confidenza con lo strumento.

Le Ombreggiature
È tutto a posto?
Prima di iniziare a ‘dipingere’ controlla che le campiture di colore siano colorate correttamente. Per fare questo segui le istruzioni riportate di seguito:
Crea un nuovo livello e chiamalo ‘Sfondo Bianco’
Nascondi il livello ‘Sfondo’ facendo un clic sull’occhio a sinistra del livello.

Posizionati col cursore facendo clic sul livello ‘Sfondo Bianco’
- Utilizza la combinazione di tasti “Ctrl + A” per selezionare l’intero livello ‘Sfondo bianco’ oppure dalla voce “Selezione” > “Tutto”
- Prendi il colore bianco dalla tavolozza, il secchiello e riempi la selezione con il bianco.
- Sposta il livello ‘Sfondo bianco’ al di sotto del livello ‘Colore’ semplicemente tenendo premuto il puntatore e trascinando il livello verso il basso.

- Ricorda di lasciare VISIBILE questo livello e quello del COLORE
- Vedrai che senza il disegno a matita ci sono degli spazi bianchi fra ogni campitura di colore.

Nota Bene:
Puoi decidere di utilizzare questi spazi per fare un contorno nero stile cartoon, oppure puoi ritoccarli con il pennello alla giusta dimensione assegnando ad ognuno il colore della zona a cui appartengono.
Nell’esempio riportato ho preferito mantenere lo stile pittorico e ritoccare i bordi con lo stesso colore delle campiture.

Ricorda:
Le linee di separazione fra le aree colorate possono risultare utili per distinguere zone che hanno lo stesso colore, per cui:
- se hai già dimestichezza con gli strumenti pittorici e i volumi puoi subito unire le zone.
- se sei all’inizio dell’apprendimento o se semplicemente, per comodità, vuoi lasciare visibili le separazioni fra le varie aree puoi rimandare questo passaggio a più tardi, quando avrai delineato maggiormente le zone di separazione.
Adesso puoi cominciare a dare pittoricità al tuo disegno.
Ricomincia il percorso che abbiamo appena terminato.

- Per prima cosa nascondi il livello ‘Sfondo Bianco’, altrimenti non vedrai lo sfondo.
- Posizionati sul livello ‘Sfondo’.
- Prendi la Bacchetta Magica.
- Seleziona la prima area che abbiamo selezionato al punto precedente.
- Prendi lo strumento pennello (usiamo sempre lo stesso).
- Regola l’OPACITÀ del pennello (v. immagine) e scegli un’opacità che non superi il 10%, infatti riuscirai ad ottenere un colore molto velato che ti permetterà di creare un chiaroscuro naturale e di ritornare sul disegno più volte.
- Dopo aver regolato l’opacità del pennello, se vuoi, puoi regolarne la dimensione.
- Adesso posizionati sul livello ‘Colore’.
- Prendi lo strumento ‘Contagocce’.

- Apri la corrispondente tavolozza dei colori e scegli un marrone scuro, spostando il cursore nella zona sottostante.

- Inizia ad ombreggiare partendo da sinistra, proprio dietro il cassettino del caffè.

- Regola le tue colorazioni seguendo questo schema:
- Accenna le ombre dove vuoi inserirle.
- Se il colore ti sembra troppo chiaro torna sulla tavolozza dei colori e scurisci.
- Se invece hai scurito troppo cerca un colore più chiaro sulla tavolozza e passalo sopra al punto troppo scuro.
- Controlla spesso come sta venendo il lavoro deselezionando l’area di lavoro e sostituendo al livello ‘Sfondo’ il livello ‘Sfondo Bianco’.
- Continua ad ombreggiare la zona in ombra sino al punto in cui ritieni che sia tutto a posto.
- Continua le ombreggiature per la zona destra tenendo presente che è più in luce e quindi utilizza una gamma di scuri più in alto nella tavolozza, più vicina al colore di base.
- Regola la grandezza del pennello.
- Gioca con le opacità mantenendoti al di sotto del 10 %.
- Prosegui secondo le istruzioni per le altre aree del disegno ricordandoti che tutta la zona a destra è in luce per cui più chiara.


Consiglio:
per indicare le venature del legno fai delle pennellate più scure o più chiare del colore di base in verticale ricordandoti di mantenere la bassa opacità. Se le venature ti vengono troppo grosse diminuisci la grandezza del pennello.
Come sta andando? Non preoccuparti se ancora non ti piace o se ti sembra che non venga bene… con le luci cambierà la situazione! E poi puoi sempre ricominciare da capo! Alla fine sarà un bel lavoro! L’importante è non scoraggiarsi.

Le luci
Adesso aggiungeremo le luci al nostro lavoro.
In questa fase del lavoro non occorre utilizzare lo strumento di selezione. Inserendo le luci daremo anche la pittoricità al disegno è quindi dovremo lavorare ‘a mano libera’.

Ricordati sempre di lavorare sul livello ‘Colore’

Ormai hai capito il procedimento. Con lo strumento Contagocce trova il colore più chiaro e lavora sulla gamma di colori chiari.
Per le prime lumeggiature mantieni l’opacità sotto il 10 %.
Per dare rotondità e volume al macinino inserisci lumeggiature ai bordi. Per coprire i punti rimasti bianchi, usa il colore al 100%; ingrandisci l’area di lavoro, copri con il colore corrispondente le zone rimaste bianche facendo uso del contagocce.

Pian piano che aggiungi nuovi punti luce osserva se c’è bisogno di scurire i punti ombra.

Man mano che il colore si definisce puoi aumentare l’opacità fino al 20 %.

Per aggiungere luce alle zone metalliche utilizza il colore bianco sempre ad una bassa opacità.

Siamo giunti alla fine del nostro lavoro. Se vuoi dare più uniformità al tutto usa lo strumento ‘Sfumino’ per addolcire i bordi del disegno e togliere l’effetto ‘pixel’.

Ricorda che anche lo strumento Sfumino può essere usato con più o meno opacità per cui regolati in modo, anche qui, di non superare il 10 – 20 %.

Naturalmente puoi continuare a ritoccare il tuo lavoro finché non lo reputi finito. Sei solo tu che puoi decidere quando il lavoro è completo. Per cui, se vuoi, continua a giocare con le opacità e la tavolozza dei colori e buon lavoro!

Paola Pozzessere
TocToc Animation Studio
www.toctocstudio.com