...il primo sito che ti insegna a disegnare!

Archivio della categoria: Disegno e lavoro

Intervista a Cristiana Cerretti

Pubblicato il 18 novembre 2011 da locchan.
romeo juliet

Cristiana Cerretti è nata a Chieri in provincia di Torino nel 1973.

Dopo aver frequentato l’Istituto tecnico per il turismo ed un anno di giurisprudenza, ha deciso di diventare illustratrice, passione che ha coltivato fin da bambina.

Il disegno era un sogno che aveva da sempre tanto che a scuola, durante le ore di lezione continuava a disegnare a discapito dei voti generali ma soprattutto nelle lingue!

Non riuscendo a resistere al suo “primo amore” si è iscritta e diplomata in illustrazione all’Istituto Europeo di Design di Roma nel 1996 e da allora non ha più smesso disegnando qualunque cosa e sperimentando ogni tecnica.

Al momento ha illustrato circa quaranta libri per bambini e ragazzi oltre ad un’infinità di illustrazioni, manifesti e molto altro.

Continua a leggere



Intervista a Paolo Barbieri

Pubblicato il 15 novembre 2011 da locchan.
Favole_degli_Dei

Affascinato dal mondo degli anime che popolavano la televisione degli anni ’80 inizia a disegnare sulle orme di Go Nagai con Ufo Robot, poi, i fantastici mondi creati dalle fantasie nippofile si concretizzano indelebilmente nella sua mente dando vita all’artista che oggi è riconosciuto come più grande illustratore fantasy italiano: Paolo Barbieri.

La sua passione nasce da Goldrake per proseguire con Guerre Stellari dove tra la creazione di modellini in carta e le costruzioni con i Lego inizia a trovare la sua dimensione.

Frequenta l’istituto d’arte ed in seguito la scuola di grafica pubblicitaria a Milano ma sono le illustrazioni che lo affascinano sempre più. Rodney Matthews, Boris Vallejo, Michael Whelan, Giger, Keith Parkinson e Brom diventano dei punti di riferimento e finalmente inizia a coltivare la sua passione più autentica.

Disegna e colora con qualunque mezzo, anche i più insoliti come i gessetti con cui nel 2003 a Grazie di Curtatone, in provincia di Mantova, vince il raduno dedicato ai madonnari di tutto il mondo. Successivamente apprezza ed usa l’olio, l’acrilico e l’aerografo con cui da vita ai suoi lavori.

Continua a leggere



Intervista a Miriam Blasich

Pubblicato il 13 novembre 2011 da locchan.
04 amarangelo copertina

Miriam Blasich nasce nel 1979 a Roma, poi, a causa del lavoro del padre si sposta di città in città per tutta l’infanzia, scoprendo una grande passione: i fumetti.

Inizia leggendo Topolino, Il corriere dei piccoli ed Il Giornalino per poi passare a grandi classici come Peanuts, ma la folgorazione arriva con Corto Maltese.

Nonostante il disegno sia per lei indispensabile (tanto da disegnare persino durante le ore di lezione a scuola) non vuole seguire le orme della sua famiglia: mamma pittrice, cugino alla Dreamworks e zii geometri, cerca di ignorare il DNA della famiglia e si iscrive alle Magistrali. Madornale errore! Dopo nemmeno un mese cambia scuola e sceglie decorazione pittorica all’Istituto d’Arte di Lucca, dove, grazie a diversi professori si avvicina ancor di più alla tecnica del fumetto.

Continua a leggere



Intervista a Vanna Vinci… fumettista, illustratrice e grafica.

Pubblicato il 3 novembre 2011 da locchan.
vanna

Vanna Vinci nasce a Cagliari nel 1964 frequenta il corso di Grafica dell’Istituto Europeo di Design e apre nel 1987 lo studio Mow Mow.
Il suo esordio nel mondo del fumetto risale nel 1990 su Fumo di China, con due storie brevi del personaggio della mummia Naarik.
Da qui una carriera in costante ascesa, lavora per la Granata Press, Per Kappa Edizioni e vince prestigiosi premi. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo L’altra parte, Doppio sogno, Guarda che luna.

Con la collaborazione di Mattioli realizza Una casa a Venezia per la giapponese Kodansha, edito in Italia da Kappa Edizioni per cui pubblica anche i volumi Ombre, Lillian Browne, L’età selvaggia (su testi di Giovanni Mattioli), vincitore del Premio Romics 2001 come miglior libro europeo, Viaggio sentimentale e Aida al confine.

Collabora inoltre con la Sergio Bonelli Editore disegnando tre albetti di May allegati alla testata Legs e gli albi Gli adoratori di Osiride e Paura negli abissi della serie regolare. Per la rivista Linus ha pubblicato le strip de La bambina Filosofica mentre per il settimanale Io Donna del Corriere della Sera ha prodotto la storia Notturna.

Continua a leggere



Creatività e mondo della stampa

Pubblicato il da locchan.
offset

Ora che avete gli strumenti e le idee dovete stendere il vostro progetto. E qui iniziano i problemi ed entra in gioco l’esperienza. Prima di iniziare a buttare giù qualunque cosa avete assoluta necessità di sapere alcuni dati dai quali dipenderà la realizzazione del lavoro.

1. Quante copie saranno stampate? Vi farete questa domanda perchè in base al numero di copie sarete in grado di capire se la stampa verrà fatta in digitale o in macchina.

La stampa digitale è un tipo di stampa che si esegue direttamente dal vostro file su delle stampanti professionali, per intenderci come la vostra stampantina A4 ma molto più grandi, costose e precise. La stampa digitale conviene quando si devono fare poche copie, ad esempio se dovete realizzare 200 copie di un biglietto in cui ogni 50 cambia il logo principale. Diventa invece molto costosa su grandi tirature.

Continua a leggere



Cosa serve per diventare grafici?

Pubblicato il da locchan.
formula3guide

Per diventare grafici non basta solo saper usare bene i programmi di grafica, (indispensabili Adobe Photoshop, Illustrator e Indesign) bisogna anche avere idee, la creatività è indispensabile. Dove troviamo le idee? Da qualunque cosa. Incominciate a guardarvi in giro in qualunque posto siate, traete spunto da tutto, guardate i graffiti sui muri, i cartelloni pubblicitari, comprate centinaia di riviste, andate ad una mostra, leggete libri o andate al cinema, tutto quello che ci circonda può diventare un’idea, anche nella vita di tutti i giorni. Usate le vostre esperienze, e se potete, viaggiate molto ed incontrate nuove culture. Portatevi sempre dietro una macchina fotografica digitale e un quadernetto per appuntarvi idee e schizzi, non si sa mai quando torneranno utili.

Continua a leggere



Diventare grafici… i primi rudimenti indispensabili!

Pubblicato il da locchan.
immagine

Da grande voglio fare il grafico pubblicitario… ma grande sono già e ho fatto il liceo classico…. devo arrendermi per sempre?

Secondo voi vi risponderò di sì? Assolutamente no… chi segue questo sito da un po’, e quindi mi conosce, sa che, ahimè, sono un’irrecuperabile ottimista per quando riguarda disegno e lavoro.

Sogni di fare il grafico? Se ti impegni ci riuscirai! L’impegno è indispensabile però.

Continua a leggere