Logo Disegnamo.it

Autore Topic: Pittura e realismo una opinione  (Letto 8213 volte)

Offline apadravyas

  • Frequentatore Abituale
  • **
  • Post: 47
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
Pittura e realismo una opinione
« il: Dicembre 02, 2004, 12:57:00 am »
Ciao, questa sera ho conosciuto una persona, suona, è un musicista, e durante due ore di bus abbiamo avuto la possibilità di scambiare due chiacchiere riguardo a ciò che intendiamo per arte.
Siamo d\'accordo su diversi cose ma una cosa ci ha diviso: io affermavo che (ed è una mia opinione) la pittura ormai non ha senso di imitare la realtà, una pittura troppo realistica non ha più senso di esistere perchè ormai esiste le fotografia, non disprezzo la fotografia, anzi la esalto proprio per questo ma se un tempo la pittura imitava la realtà per mostrare ciò che ci circondava adesso la pittura realistica ha cessato il suo motivo di esistere.
Con ciò non voglio negare l\'importanza, a livello didattico, della pittura realistica ma a mio parere (e insisto col dire che è un mio parere) è come viaggiare in autostrada con una fiat Balilla, è bellissima, costa tanto e necessita di cure ma puoi ottenere di meglio.

In realtà il discorso è molto più lungo e più complesso ma il succo della mia opinione è questo.

Adesso tocca voi dire la vostra opinione.

Ciao
Il rock m\'ha rovinato la vita.

Offline sanja

  • Utente Maximo
  • ***
  • Post: 670
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
    • http://www.sanja.altervista.org
Pittura e realismo una opinione
« Risposta #1 il: Dicembre 02, 2004, 01:04:00 am »
sono d\'accordo sul fatto che la pittura ormai non ha più senso di imitare la realtà perchè c\'è la fotografia, ma nella storia dell\'arte c\'è sempre stata sia la pittura verosimile che quella di fantasia, quindi non vedo dove sta il problema.
non è che una volta c\'era solo la pittura che ritraeva le cose vere!

Offline anastasia

  • Utente Maximo
  • ***
  • Post: 350
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
    • http://anastasia.altervista.org
Pittura e realismo una opinione
« Risposta #2 il: Dicembre 02, 2004, 12:34:00 pm »
ciao raga!!

ecco il mio parere, l\'arte è emozione, quando si disegna (almeno io) cerco di trasmettere l\'emozione ke ho provato nel vedere un bel tramonto, un volto, un mazzo di fiori o un gesto.
(non voglio sminuire la fotografia, ma) ...Immagina la Gioconda, se fosse stata una foto, avrebbe avuto lo stesso successo? (...ops!! considerando l\'epoca in cui si era forse sì.) Scusa la battuta non ho resistito.

Insomma ...la foto di un piatto con su la frutta lo appenderesti in casa??
Un quadro con la natura morta??
rispondi e kiediti il perché.

bacioni e ciao

[addsig]
IL GENIO DI UN UOMO NON STA NELL\'AVERE UN TALENTO, MA NEL SAPERLO COLTIVARE.
(frase stampata su una bustina di zucchero al bar)

Disegnamo.it

  • Sponsor
  • *****

Offline Java2004

  • Utente Maximo
  • ***
  • Post: 275
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
    • http://xoomer.virgilio.it/2nd-hell/
Pittura e realismo una opinione
« Risposta #3 il: Dicembre 02, 2004, 02:13:00 pm »
Ciao, io ivece direi che ottimamente le 2 cose possono convivere perchè un quadro iperrealista può essere più vero di una foto, può dire di più, può emozionare come e più di una foto. Non parliamo poi del processo creativo che c\'è dietro ad un quadro... ok che anche in una foto ci possono essere mesi di preparazione (vedi certe immagini del National Geographic), ma la pittura continua a dirmi molto anche se imita la realtà...
---i complimenti sono spesso sterili, le critiche mai---

Offline Levin

  • Frequentatore Abituale
  • **
  • Post: 33
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
Pittura e realismo una opinione
« Risposta #4 il: Giugno 23, 2005, 09:16:00 am »
Ciao a tutti!
Dunque... io penso che criticare il realismo pittorico in voga fino al XIX sec possa avere poco senso. Ogni espressione artistica è frutto di una rapporto fra la storicità temporale nella quale si è creata e l\'ispirazione personale dell\'artista. Se per critica al realismo pittorico intendiamo dire che oramai è da tempo finita l\'esigenza per la pittura di riprodurre esattamente la realtà questo è un concetto inoppugnabile ma anche pleonastico. E poi dove finiswe il limite fra il mestiere e la genialità (pensiamo a Tiziano ad es.). Comunque, senza voler essere prolissi un atteggiamento tendenzialmente realista è uno dei tanti modi possibili, tutti ipoteticamente giusti, di avvicinarsi alla pittura visto che tutta la pittura è impressionista. Inoltre la pittura ha dalla sua parte il vantaggio di essere spesso più onesta di molte altre tecniche o corresti pittoriche ma questa è solo una mia opinione. Quello che conta è esprimersi con la coscienza tecnica del mezzo che si usa, il discorso sul realismo o sul non realismo in quest\'ottica perde di senso. L\'obiettivo è l\'emozione, come ci si arriva è solo questione di esigenze artistiche, esigenze che annoverano tra le proprie file anche il realismo.

Ciao
Ric

Offline sanguigna

  • Utente Maximo
  • ***
  • Post: 476
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
    • http://www.artesilvia.it
Pittura e realismo una opinione
« Risposta #5 il: Giugno 23, 2005, 02:43:00 pm »
Personalmente credo che fotografia e pittura siano cose molto ben distinte l\'una dall\'altra.
Se fotografi un paesaggio e lo confronti con lo stesso ma dipinto ti accorgerai che è profondamente diverso. Questo capita anche se copi da una foto un soggetto e poi, lo stesso soggetto, lo ritrai dal vivo. Il nostro occhio non vede come un obbiettivo fotografico.
Non mi priverei mai di ritrarre un qualsiasi soggetto realisticamente, l\'emozione che mi dà il crearlo è inebriante e credo che molte persone qui lo sappiano.

Quindi, come opinione personale naturalmente, se devo appendermi un tramonto in casa non sarà mai una fotografia, ma un quadro con tutto lo spessore che può dare il colore.


[addsig]

Offline Levin

  • Frequentatore Abituale
  • **
  • Post: 33
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
Pittura e realismo una opinione
« Risposta #6 il: Luglio 15, 2005, 09:23:00 am »
Appunto secondo il criterio che dicevo prima: tutta la pittura è impressionista mentre la fotografia è inerente alla  riproducibilità. E\' anche vero che è possibile inserire elementi ipressionistici in una fotografia ma in via ipotetica per la fotografia non è obbligatorio. In pittura per il solo fatto di dover ricomporre su una tela quello che l\'occhio vede si instaura fra oggetto e artista un processo di critica e giudizio che porta all\'interpretazione del soggetto e quindi il risultato che si otterrà sarà \"la nostra impressione\" su quel soggetto. La pittura, appunto, è sempre tutta impressionista. In fotografia l\'aspetto interpretativo può essere talvolta inesistente ma anche lì si tratta di arte: le foto di Cartier Bresson hanno la stessa sensibilità e capiacità introspettiva di un Monet.Almeno secondo il mio parere.

Disegnamo.it

  • Sponsor
  • *****

Offline Phoenix

  • Utente Maximo
  • ***
  • Post: 1161
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
    • http://www.nemthen.altervista.org/
Pittura e realismo una opinione
« Risposta #7 il: Luglio 15, 2005, 11:54:00 am »
quello che è cambiato è il ruolo sociale della pittura: essa è comunicazione, e mentre prima era vincolata da necessità di riprodurre la realtà, dall\'impressionismo in poi (nascita fotografia) c\'è stata qasi improvvisa la libertà di tema. prima un pittore per mangiare doveva essere bravo a ritrarre, oggi non serve più, nel bene o nel male di ciò che comporta questa libertà estrema...
[addsig]

Offline Phoenix

  • Utente Maximo
  • ***
  • Post: 1161
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
    • http://www.nemthen.altervista.org/
Pittura e realismo una opinione
« Risposta #8 il: Luglio 15, 2005, 11:56:00 am »
dimentcavo: tutto ciò però non autorizza nessuno a \"saltare\" le tappe... se uno dipinge astratto senza conoscere il disegno classico si sente, perchè inevitabilmente manca qualcosa...
[addsig]

Offline Rorschach

  • Moderatore Globale
  • Utente Maximo
  • *****
  • Post: 2425
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
Pittura e realismo una opinione
« Risposta #9 il: Luglio 29, 2005, 11:37:00 am »
Non credo che la pittura realistica non abbia più ragion d\'essere a causa della fotografia ecc. Un quadro infatti esprime contenuti ed emozioni che difficilmente una fotografia trasmette. Inoltre non credo che La zattera della medusa farebbe di Thèodore Gericault farebbe lo stesso effetto se fosse una fotografia, nessun apparecchio fotografico infatti sarebbe in grado di cogliere con simile eleganza un momento così dolorosamente tragico come quello descritto dal quadro.
Un discorso a parte va fatto per la luce. Provate a rendere in fotografia  la luce che emerge dal buio di Cravaggio!
If you gaze into the abyss the abyss gazes also...

Offline gab

  • Utente Maximo
  • ***
  • Post: 196
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
Pittura e realismo una opinione
« Risposta #10 il: Agosto 10, 2005, 11:49:00 am »
io credo che la realtà debba essere rappresentata e che è il modo in cui la si rappresenta a rendere il quadro unico...
possono esserne un esempio i quadri del turner che rappresentano qualcosa di reale come una tormenta di neve in un modo totalmente nuovo e personale.
alla prossima e buon disegno a tutti

Disegnamo.it

  • Sponsor
  • *****

Offline gigu79

  • Frequentatore Abituale
  • **
  • Post: 37
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
Pittura e realismo una opinione
« Risposta #11 il: Settembre 06, 2005, 03:12:00 pm »
Questa è la mia opinione:
chi dice che non è più necessario rappresentare opere realistiche lo dice soltanto perchè non è capace di farlo! Ovviamente esistono delle eccezioni, come artisti talentuosi che tuttavia si dedicano a forme di espressione diverse dal realismo. Ma almeno questi artisti dimostrano inizialmente di avere queste capacità. (es. Picasso nei suoi dipinti giovanili, De Chirico nei suoi autoritratti ecc..) La triste verità è che oggi tutti si sentono artisti solo perchè pensano che alla base di tutto ci sia l\'espressione. Questo ambiente è strapopolato da persone che non hanno il dono dell\'arte e non sono capaci di ammetterlo a se stessi. Ricordate che se amate l\'arte, non è detto che l\'arte ricambi il vostro amore.

Offline amandil

  • Frequentatore Abituale
  • **
  • Post: 39
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
    • http://www.amandil.com
Pittura e realismo una opinione
« Risposta #12 il: Settembre 22, 2005, 10:06:00 am »
Concordo pienamente con queste opinioni.
Per usare un paragone, penso che la pittura \"realistica\" non sia stata sostituita dalla fotografia, come il teatro non è stato sostituito dal cinema.

Vero è che in entrambi i casi la nuova \"tecnica\" (cinema e fotografia) ha eliminato molta \"arte di routine\", favorendo un\'approccio più professionale e qualificato nella pittura e nel teatro.

Penso anche che il problema di fondo poi sia che oggi si confonde il significato con la tecnica, come se fare arte sia come fare filosofia. \"L\'importante è l\'idea. l\'importante è il senso\". Che poi questo senso in genere lo capiscono solo quelli che hanno dipinto il quadro (e a volte neanche loro...).
Bellissima la frase \"se voi amate l\'arte non è detto che l\'arte vi ricambi!\"

Offline gigu79

  • Frequentatore Abituale
  • **
  • Post: 37
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
Pittura e realismo una opinione
« Risposta #13 il: Settembre 23, 2005, 09:19:00 pm »
Amandil mi fa piacere leggere le tue parole. Sai... io studio la chitarra classica da 11 anni e mi mancano 2 esami per diplomarmi al conservatorio...eppure dentro di me riconosco di essere solo un grande appassionato di musica e mai mi sognerei di andare a fare il concertista come lavoro! Ecco, secondo me molte persone dovrebbero avere questa stessa razionalità  nei confronti dell\'arte figurativa!
Non dico che debbano smettere di divertirsi provando...ma dovrebbero almeno, a mio avviso, riconoscersi dei semplici appassionati d\'arte che non posseggono, come dicono a volte gli insegnanti, \"il dono di Dio\".

Offline amandil

  • Frequentatore Abituale
  • **
  • Post: 39
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
    • http://www.amandil.com
Pittura e realismo una opinione
« Risposta #14 il: Settembre 25, 2005, 03:02:00 am »
Sì, gig, hai ragione.
Purtroppo non è tanto al livello \"locale\" che sarebbe necessario questo ridimensionamento quanto a livello nazionale e internazionale.
Voglio dire: avere autocoscienza, avere il senso del proprio limite e l\'umiltà nel riconoscerlo sono ottime qualità per chiunque voglia essere una persona matura.
Ma il danno peggiore al sesno estetico e all\'arte, secondo me, lo fanno queli \"artisti\" che pur non essendo ricambiati dall\'arte, come dici tu , a volte neanche amandola, però per motivi politici, per i forti interesi economici sottostanti, per altri meccanismi di potere... alla fine arrivano ad esporre e ad essere quotati come grandi maestri, magari pontificando sull\'arte.
Bah. Alla fine, come te, io penso che l\'arte occupi per me uno spazio molto importante e che non si finisce mai di migliorarsi e di applicarsi per ottenere sempre migliori risultati. se un giorno, magari ottantenne, questo dovesse portarmi a fare qualcosa di notevole, beh ne sarei contento. Ma allo stato attuale la pittura non può essere il centro della mia esistenza. un po\' come la chitarra per te.