Logo Disegnamo.it

Autore Topic: sodisfatto o rimborsato?  (Letto 1842 volte)

Offline AntiX

  • Newbie
  • *
  • Post: 10
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
    • http://ò
sodisfatto o rimborsato?
« il: Gennaio 04, 2003, 01:11:00 pm »
OK, la tua risposta ha + che sodisfatto alla mia richiesta, ma la cosa che mi ha interessato particolarmente è stata quella dell\'autoproduzione...allora, i soldi li dovrei uscire io, giusto? ma per cosa? devo contattare un editore e pagarlo perchè pubblichi il mio fumetto? fammi sapere tutto e di più...grazie

Offline mg78

  • Utente Maximo
  • ***
  • Post: 468
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
sodisfatto o rimborsato?
« Risposta #1 il: Gennaio 04, 2003, 01:55:00 pm »
esattamente..........

ma come diceva gianni morbidelli (pilota di F1 anni 90) :\"io sono un professionista. non devo portar soldi x guidare, ma devo riceverne...\"

e poi una cosa sulle autoproduzioni. spesso (anzi sempre.....) nessuno le guarda mai. l\'esempio calzante: borsa del fumetto di milano. le autoproduzioni sono nella \"zona manga\" (non x dire, ma non esiste luogo migliore IMHO). ma certi volumetti risalgono anche agli anni 90........ li sono e lì rimangono. anche in zone \"cool\" nessuno le caga ste autoproduzioni. solo i fumettisti o fanzinari, a volte gli danno un\'okkiata.......

Offline AntiX

  • Newbie
  • *
  • Post: 10
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
    • http://ò
sodisfatto o rimborsato?
« Risposta #2 il: Gennaio 04, 2003, 02:26:00 pm »
Bè, allora mi sconsigli le autoproduzioni? non sò più che fare, sono confuso...
[addsig]

Disegnamo.it

  • Sponsor
  • *****

Offline mg78

  • Utente Maximo
  • ***
  • Post: 468
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
sodisfatto o rimborsato?
« Risposta #3 il: Gennaio 04, 2003, 02:33:00 pm »
consiglio ideale....

fermati un attimo e rifletti (un bel esame di autocoscienza ).... non hai un obbligo di dover assolutamente abboccare a quelsiasi cosa pur di fare un fumetto, no?

fermati, respira 3-4 volte, e quando sarai + lucido riparti

cmq, IMHO, autoproduzioni sono come le lotterie e io in queste non ci credo

[ Questo messaggio è stato modificato da: mg78 il 2003-01-04 14:34 ]

Offline FratellOscurO

  • Utente Maximo
  • ***
  • Post: 849
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
sodisfatto o rimborsato?
« Risposta #4 il: Gennaio 04, 2003, 04:51:00 pm »
Già, sfornare un prodotto... ralizzarlo e sperare che venga accettato o quantomeno non finisca nel cestino del rudo prima ancora che qualche editore pazzo e incredibilmente audace lo legga e decida magari comunque di cestinarlo se non sei \"stampo Bonelli\" o \"Topolino dpendente\" credo che sia praicamente impossibile, anche pensando al più noto Ortolani, che comunque fonde una casino di materiale insieme, per cominciare a riflettere sul nostro futuro da disegnatori/illustratori... basti pensare a tutti gli anni che Rat-man ha dovuto passare nell\' ombra dell\' autoproduzione poco cagato dalla maggior parte del pubblico... ci si tira n po\' su pensando che ha avuto infine il successo meritato.
Ma anche essendo il più possibile fedele allo stile Bonelli piuttosto che non W.D., credo che sia difficilissimo entrare a far parte del team che disegna il supereroe di turno piuttosto che non l\' avventura del topastro coi bottoni gialli su pantaloncini rossi ( W Paperino!!! ); il mercato di fumetti, se pur vario, in Italia non mi ha mai dato l\' idea di qualcosa di mutevole o di possedere un anima che vuole mutare in continuazione, ma piuttosto di qualcosa di gerarchico e incrostato nelle proprie abitudini, un esempio per tutti è Dylan Dog che da vent\' anni va avanti con sempre gli stessi disegnatori, pochi si sono cambiati negli anni e quei pochi arrivavano da altre testate Bonelli ( Per favore non chiedetemi di menzionare i nomi perchè non ne ricordo uno!!!! Anche dei manga, i miei preferiti, ricordo pochi nomi!!!).
Il mio sfogo finisce poi con una considerazione, lasciando stare la W.D. cheper forza di coase non può far variare i personaggi più di tanto, il mercato del fumetto italiano tende a fare storie con personaggi immortali e sempre ugual, mai che cambino neanche un po\', storie infinite trite e ritrite, sempre le stesse situazioni e character design sempre uguale, come a voler imitare quegli sfigati di americani.Le storie per natura hanno un  inizio e na fine, si invecchia, si muore, si cambia, ci si innamora si litiga e si fa la pace; non può appassionare sempre una cosa stile storia infinita se non varia e non trova sempre nuovi orizzonti.Anche per questo molti giovani fumettisti rimangono nell\' ombra, perchè pensano a storie che si concludono e di conseguenza non vengono cagati.

Grazie per avermio concesso sto sfogo, ma ce l\' avevo nel groppone da troppo tempo, ecome un urlo ora mi è uscito a Brain Storming, così come mi venoùivano le parole, perciò non è molto comprensibile credo.

Alla Prossima FratellOscurO

http://fratelloscuro.too.it

[addsig]


Qui la gente mette sempre profonde verità, io mi accontento di non dire cazzate

Offline mg78

  • Utente Maximo
  • ***
  • Post: 468
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
sodisfatto o rimborsato?
« Risposta #5 il: Gennaio 04, 2003, 05:36:00 pm »
Quote:

In data 2003-01-04 16:51, FratellOscurO scrive:
...ecome un urlo ora mi è uscito a Brain Storming, così come mi venoùivano le parole, perciò non è molto comprensibile credo.



solo questo non era kiara.... x il resto, perfetto

p.s.
l\'unico mercato fumettistico valido rimane l\'oriente (corea-jappa) ke ha una certa libertà ma ad un prezzo salatissimo: i tempi di lavoro (altro ke 8h.... ), e francia-germania (ke hanno una visione fumettistica + \"artistica\") anche se mooooolto meno conosciuta.

[ Questo messaggio è stato modificato da: mg78 il 2003-01-04 17:37 ]

Offline FratellOscurO

  • Utente Maximo
  • ***
  • Post: 849
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
sodisfatto o rimborsato?
« Risposta #6 il: Gennaio 06, 2003, 12:59:00 am »
Già... mai sentito di fumetti \"Crucchi\", per quanto riguarda i francesi sono fermo ai Puffi, Asterix & Obelix ( uno dei miei preferiti in assoluto ) e Luky Luke ( è francesevero?Boh?!? I tratti caratteristici di questi tre lavori mi sembrano avere un fondo comune perciò credo siano tuttio e tre Francesi!!! )


Qui la gente mette sempre profonde verità, io mi accontento di non dire cazzate