Logo Disegnamo.it

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Tiberiano

Pagine: [1] 2 3 ... 6
1
Articoli / Siti web su arte graffiti
« il: Aprile 15, 2011, 05:38:24 pm »
Ciao a tutti ! :)

Dopo alcuni anni, ho ritrovato questo forum un tempo cui partecipavo con più assiduità.
Vorrei gentilmente chiedervi se conoscete qualche sito web sull'arte dei writers, i graffiti sui muri, per capirci...
Non ho tempo per spulciare tra i post del forum ... non vi arrabbiate.  ::)

Vi ringrazio cmq, vecchi e nuovi

Tiberiano

2
Mostre e Concorsi / Romics a Roma....o non interessa ?
« il: Dicembre 08, 2005, 07:48:48 pm »
eh sì, en passant ho visto i mega manifesti...
alla Fiera di Roma

3
Ciao, mi presento / Nuova apparizione
« il: Novembre 23, 2005, 12:14:00 pm »
Ciao a tutt*,


dopo almeno un mese di lurking e silenzio, oooh ! :shock:
Torno nel sito di Disegnamo e... cosa vedo ?
Habemus novum forum !!!
Ringrazio cordialmente i webmaster moderatori per aver mantenuto la loro promessa.
Leggo qua e là a campione alcuni topics...interessante quello sul pubblicare in proprio, ci ritornerò sopra per eventuali sviluppi.

Qualcuno forse si ricorda di me, qualcun altro forse sperava mi fossi tolto di torno.
Faccio contente entrambe le parti, allora.
Non ho più modo di navigare con l\'assiduità di un tempo, in azienda hanno messo dei filtri, il forum viene classificato come chat, per cui mi si nega l\'accesso.
Per motivi di lavoro, mi sono temporaneamente trasferito tra le nebbiose brume di Settebagni, a due passi dal Tevere sulla Salaria (questa del Tevere è una nota costante nella mia vita, il nick mi calza a pennello)
Trema, Simplex !
Prima o poi ci vedremo in qualche bisteccheria argentina del centro !  :lol:

saluti a tutti gli altri, prima di Natale mi rifarò vivo nel forum
Tiberiano (l\'uomo del Tevere)

4
Tecniche di disegno classiche / Stampa disegni su T shirt di cotone
« il: Settembre 05, 2005, 10:12:00 am »
Vero, l\'ho già letto prima di postare.
Si parlava in quel caso di colori da applicare per disegnare direttamente sul tessuto.
Non è quanto voglio fare.
Vorrei fare un disegno su carta/cartoncino o file, da stampare in un secondo tempo sulla t shirt.


5
Tecniche di disegno classiche / Stampa disegni su T shirt di cotone
« il: Settembre 05, 2005, 09:39:00 am »
Ciao,

tra consigli su aerografo, stencil e lavori in vetro colorato, vorrei chiedere lumi a chi si diletta di realizzare t shirt di cotone personalizzate con disegni a colori.
Che tecniche si usano ?
I colori tengono abbastanza ?
Un disegno in formato digitale (file Jpeg) richiede attrezzature particolari per la stampa ?

Facendolo fare presso un servizio copisteria che prezzi ragionevoli dovrei aspettarmi ?
(Ok, su quest\'ultima faccio prima a chiedere direttamente ai gestori)

ciau
Tiberiano

6
La banda dell'Off-Topic / Ingiustizia..
« il: Agosto 05, 2005, 05:33:00 pm »
Lady Violet,

ci farai sapere che decisione prenderai ?
saluti di quasi Ferragosto
Tiberiano



7
La banda dell'Off-Topic / Perchè si disegna?
« il: Agosto 05, 2005, 02:30:00 pm »
A pagina 3 di questa sezione del forum troverai una ventina di risposte al topic \'Disegni-amo, perchè ?\'

Il che significa che l\'interrogativo è tra i più gettonati

ciao
Tiberiano


8
La banda dell'Off-Topic / Ingiustizia..
« il: Agosto 01, 2005, 02:55:00 pm »
Quote:

Ho bisogno di sapere perchè qui c\'e in gioco il mio futuro. E da quando sono una bambina che il mio sogno e quello di andare in una accademia di belle arti..
Mi sono appena diplomata quindi e arrivato il momento.



Il tuo futuro non dovrebbero deciderlo i tuoi genitori, cmq a titolo personale posso dirti che conosco una ragazza che si è diplomata alle Belle Arti di Roma, a due passi da via Margutta, ma ora fa la guida turistica, per via della sua conoscenza delle lingue...

Tieni conto del mercato e dei cambiamenti sociali nel mondo del lavoro.
Io, provenendo dal liceo scientifico, non ho osato studiare architettura.
Non me ne sono pentito affatto: ho investito su un ambito molto più flessibile.

Ricordati che perfino Amanda Lear voleva fare la pittrice (ed era raccomandata nientemeno che da Salvador Dalì !), ma preferì approfittare del boom delle discoteche di allora e divenne la disco queen europea, sia pure per un paio di anni soltanto. Oggi dipinge, è vero, ma è senz\'altro molto più famosa come personaggio televisivo che come pittrice.

In breve: se vuoi rischiare, metti da parte una \'scialuppa di salvataggio\', un\'attività di riserva.
Che sia insomma un rischio calcolato, non un capriccio contro cui andare a sbattere il muso, tra un coro di \'te l\'avevo detto !\'...
In bocca al lupo, cmq decida

Tiberiano

9
Fumetto / delucidazioni sul progetto
« il: Luglio 14, 2005, 11:39:00 am »
Penso che nel \'corpo\' di un soggetto o sceneggiatura, oltre ad una coerenza generale che \'tenga in piedi\' il tutto, bisogna scegliere su quali fattori puntare e insistere di più.

1.- L\'ambientazione
Ti è già stato detto che in effetti ci vuole una profonda conoscenza dell\'ambiente e del luogo in cui si intende sviluppare la storia, per evitare strafalcioni - e tu hai scelto il Giappone...gusto dell\'esotico o tanto per tenersi in linea con il mercato attuale ?
Spero che la tua conoscenza di quel Paese non si basi soltanto sui fumetti.

2.- I personaggi
A parte la differenziazione a livello di aspetto fisico e \'look\', è molto importante lo spessore psicologico, per coinvolgere il lettore. Ci sono storie bellissime, molto avvincenti e profonde che coinvolgono anche tre-quattro personaggi soltanto, nel deserto o nello spazio cosmico.

3.- Il messaggio di fondo
Deve essere comprensibile, al di là della trama evidente, con i suoi ritmi di sospensione, accelerazione e colpi di scena.
E non deve sparire sotto una scenografia pittoresca o un plotone di personaggi e caratteri.

E\' chiaro che c\'è altro ancora.

E che non tutti i tre aspetti debbano essere presenti per forza (potrebbe essere un semplice racconto di evasione e basta, anche se non è il tuo caso) e bisogna fare attenzione che non interferiscano tra loro, appiattendo tutta la storia o rendendola \'strana\' o confusa.

Bisogna poi vedere fino a che punto sarai disposto ad ammettere influenze e ritocchi da parte di terze persone alla TUA sceneggiatura...potrebbe venir fuori qualcosa di piuttosto differente rispetto a ciò che immaginavi nella tua mente.

Ovviamente il mio è un invito ad un certo tuo atteggiamento di \'progetto\', non a smontare la tua idea.

10
Disegni e commenti / Occhiello fumetto in corso
« il: Luglio 14, 2005, 11:09:00 am »
Quote:

Secondo voi è ben evidente la disparità di trattamento tra i due personaggi?




Altro che !
Direi che sembrano disegnati da due mani differenti...
Secondo me, la disomogeneità di stile grafico, da una parte caratterizza meglio i singoli personaggi (nel senso che non sembrano tutti uguali), dall\'altra però, se eccessiva, potrebbe creare effetti di contrasto indesiderati a livello di composizione d\'insieme (perchè il personaggio in primo piano è senza ombre e rifiniture, mentre quello più arretrato presenta maggiore ricchezza di dettagli ?)


11
La banda dell'Off-Topic / Disegni, contenuti, temi e tendenze
« il: Luglio 14, 2005, 10:11:00 am »
> Io dico che il fantasy è bello, qualunque sia l\'origine: araba, cinese, celtica, mediterranea.



E\' così, ma mi lascia perplesso il fatto che \'Il signore degli anelli\' o \'Harry Potter\' vengano letti a tutte le età, mentre \'Pinocchio\' o \'I viaggi di Gulliver\' siano letture per bambini e \'Alice nel Paese delle meraviglie\' lettura per sole bambine.

In Pinocchio c\'è tutto un percorso iniziatico, che passa da Apuleio (la trasformazione in asino), Esopo (gli animali parlanti) fino alla Bibbia (Giona dentro la balena)...a modo suo, poi, lo stesso Pinocchio è un golem (di legno), guidato una figura femminile tutelare sovrumana che ricorda la Minerva dell\'Odissea.

Anche in Gulliver non è difficile intravedere citazioni dall\'Odissea e dai viaggi di Sindbad delle Mille e una Notte...

ciao
Tiberiano

12
La banda dell'Off-Topic / Disegni, contenuti, temi e tendenze
« il: Luglio 13, 2005, 05:55:00 pm »
Quote:

In data 2005-07-13 16:55, Simplex2 scrive:

Il golem è una creatura di argilla creata da un rabbino...

Perchè andiamo dietro all\'ultima stronzata latino-americana che cambia ogni anno e che culturalmente non ci appartiene? Stiamo adottando modelli non nostri. Nonostante lo studio scolastico di autorevoli autori italiani, stiamo dimenticando la nostra cultura popolare.

Pensiamoci un po su, vi va?




Già, la storia del golem si svolgeva però nella \'magica\' Praga, che non è proprio dietro casa nostra.
Una specie di Frankenstein in anteprima...
Ne esiste anche una riduzione a fumetti di Dino Battaglia.

Neanch\'io sapevo degli \'scazzamurielli\', mi vengono in mente invece i \'gremlin\' (ecco, quelli li conosciamo tutti, grazie al film (godibilmente gotico-kitsch) di Joe Dante.
In realtà, i gremlins sono un prodotto della fantasia/superstizione degli avieri Usa dell\'ultima guerra.
Attribuivano a questi \'spiritelli\' alcune inspiegabili anomalie di funzionamento dei loro aerei.
L\'interrogativo che ha aperto Simplex non è per nulla banale.
Ci vergognamo dei nostri miti e delle tradizioni locali, li abbiamo rimossi e non divulgati forse perchè si rifanno troppo ad un mondo contadino (=ignorante e superstizioso) ormai scomparso o meglio rimosso, invece ci facciamo (vi fate) tatuare sulle braccia o sulla schiena decorazioni di cui non si sa cogliere spesso il significato, che cmq c\'è, ma va ricercato in altre culture.
La moda forse ha spazzato via le \'radici\'.
Halloween ha rimpiazzato un carnevale che di orrido e gotico non aveva nulla, Arlecchino è roba da museo veneto, i morti nel sud Italia sono loro a portare i dolci ai bambini, non escono mica dai sepolcri per sbranarli e renderli zombi o vampiri...
c\'è tutta un\'altra concezione del rapporto tra vivi e morti, che non è affatto inquietante e ostile come i film che ci arrivano da USA e Corea.
Abbiamo buttato nel cesso un sacco di valori e tradizioni nostre, per digerire in massa quelle di altre culture, che spesso sono solo brutte copie delle nostre.

13
Ciao, mi presento / Ho notato...
« il: Luglio 12, 2005, 12:44:00 pm »
Quote:

... ma se tutti se la pensano kosi..   ke nn vogliono offendere, ke nn gli interessa ecc ecc.. Le persone ke postano e vedono questo menefreghismo da parte di ki legge... perde la voglia di stare in un forum kosi..
Io sono stata sempre sincera quando ho postato, e anke se sono nuova mi pare di aver fatto parekki post ...
Riguardo i disegni: se una persona kiede un parere mi sembra giusto rispondere.





Non è menefreghismo. Ognuno sceglie di rispondere ai msg che preferisce.
E non sto dicendo che \'fa male\' chi risponde a richieste di pareri o consigli.
Ho dato informazioni di vario tipo e segnalato siti a chi lo aveva chiesto e altri hanno fatto con me la stessa cosa quando sono stato io a chiedere.
Forse è anche un modo di porsi nel forum.

Hai notato che ci sono persone che non scrivono nulla di sè, di dove stanno e cosa fanno: si limitano a chiedere.
- Dove sta questo software ?
- Quali colori potrei comprare ?
- Come si chiama quel libro ?
Non si presentano affatto,
non si mettono in gioco a nessun titolo,
non leggono neanche i messaggi già presenti sul forum, nè le FAQ e la netiquette (e lo si capisce !)
e partono subito alla carica: un saluto, qualche moìna e poi...chiedono, vogliono sapere e ottenere cose, notizie, favori personali.

Secondo me (e ribalto la questione !) sono questi qui i veri menefreghisti.


14
Fumetto / cerco lettori vecchi e nuovi de:il giornalino
« il: Luglio 12, 2005, 12:19:00 pm »
Quote:

In data 2005-07-12 01:25, brubecher scrive:
CaroTiberiano
per sfatare un luogo comune su questa pubblicazione (giornale chiesaiolo...) ti diro\' che io l\'ho conosciuto in edicola.

- Caro brubecher,

che \'Il Giornalino\' sia una pubblicazione di matrice cattolica non è un luogo comune, ma un dato di fatto.
Ricordo di averlo visto più volte negli scaffali all\'interno di alcune chiese, accanto a Famiglia Cristiana e Avvenire.
In questo senso non intendevo dire che fosse disprezzabile, a prescindere da questioni di fede religiosa o meno. O dalla qualità dei contenuti della rivista stessa.
Rispetto alle tendenze attuali, secondo me è da ritenersi un prodotto piuttosto \'di nicchia\'.


...sono sicuro che molti sono intimoriti dall\'entrare nel topic grazie appunto a sentenziatori come te che scrivono che volenti o nolenti tutto cio\' che non e\' manga venga rimosso dai trentenni del sito.

- Qui è evidente la tua delusione nell\'aver letto le varie risposte, non solo la mia.
Non ho intimidito nessuno, sei tu che hai posto un topic forse troppo specifico con aspettative forse poco realistiche.
Le cose non sono andate come pensavi e hai dato la colpa a me.
I trentenni del sito, come li chiami tu, forse preferivano leggere Linus, Lanciostory,
L\'Eternauta, Spiderman, Zagor e...Topolino.


...forse non ho capito bene! vuoi dire che sono capitato in un forum dove si parla o sparla soltanto di manga? fammelo sapere,io avevo letto che il sito intendesse parlare di disegno, magari anche disegno giapponese, ma sopratutto di disegno.



Non occorre che sia io a farti comunicazioni su cosa si discute in questo forum.
Prova a leggerti a caso un po\' di messaggi nelle varie sezioni, anche di quelli piuttosto datati.
Ti renderai conto di tante cose, dell\'età media di chi scrive, ai temi più frequenti e alle preferenze personali (autori e fumetti giapponesi e americani, guarda caso).

Per la cronaca, io stesso NON sono un cultore della grafica e dei manga giapponesi.

15
La banda dell'Off-Topic / Disegni, contenuti, temi e tendenze
« il: Luglio 11, 2005, 02:17:00 pm »
Posto qui per esclusione rispetto alle altre sezioni.

A parte le tecniche, ho notato una prevalenza di almeno due tematiche fantasy in varie vostre vignette, illustrazioni e tavole da voi proposte, che poi riflettono il mondo attuale delle arti visive.

I filoni principali:

1.- manga o ciò che in genere si rifà alla cultura giapponese, gèni, spiriti, demoni e dèi, anche in senso magico-mitologico, non solo tecnologico (robot & C.)

2.- il gusto del celtico-scandinavo, di origine certamente mitteleuropea, anche se contaminato dalla Marvel, con i vari guerrieri, elfi, spiriti e mostri non riconducibili all\'Oriente. Tolkien docet.

C\'è quindi un forte riferimento all\'antico, all\'arcaico, magari miscelato con problematiche e tecnologie del mondo attuale.
Anche alcune tavole di Moebius sembrano rifarsi a certe atmosfere desertiche da \'Mille e una notte\'.

Mi sembra invece che manchi nelle tendenze prevalenti di grafica e fumetto il gusto del \'mediterraneo\'...
\'Il signore degli anelli\' ed \'Harry Potter\'
hanno spazzato via tutto un corredo di personaggi e storie e leggende che era più nostro.
O forse è stato il crisitianesimo, che ha fatto piazza pulita fin dai tempi antichi di queste storie e leggende, sostituendo santi e profeti a streghe, fantasmi e folletti ?

La domanda è: secondo voi, esiste un mondo fantasy tutto mediterraneo ?
O dobbiamo fermarci ad Ulisse, il cavallo di Troia e i pupi siciliani ?

ciao
Tiberiano



Pagine: [1] 2 3 ... 6